Progetto di Ricerca Psicologica per adolescenti

Progetto di Ricerca Psicologica per adolescenti

Dall'esperienza di reparto e attraverso il dialogo psicologo vs medici, sono emerse notevoli discrepanze nella comprensione delle valutazioni fatte dai medici e riportate pochi minuti dopo nelle visite con lo psicologo in casi di pazienti in età adolescenziale affetti da patologie croniche reumatiche. I fattori che possono innescare queste discrepanze sono molteplici e di non facile comprensione. Sembra ormai assodato, che la percezione di gravità della malattia che il paziente ha, giochi un ruolo importante nella gestione delle cure: un paziente altamente preoccupato, con un coping negativo o disfunzionale rispetto alla malattia, oltre ad avere livelli alti di depressione ed ansia, risponderà in modo più complicato alle cure. L'ipotesi è che esistano consistenti possibilità di modificazione del percetto dell'impatto della malattia in pazienti cronici prima e dopo i colloqui effettuati nelle visite di controllo. Si ipotizza che, pazienti con livelli alti di preoccupazione prima dei colloqui con i medici, reagiscano in modo diverso da pazienti che hanno bassi livelli di preoccupazione.

Con questo studio ci proponiamo di conoscere in modo approfondito le differenze nella percezione dell'impatto della malattia in pazienti, affetti da patologie croniche reumatiche, prima e dopo le visite di controllo.
Metodologia: i soggetti verranno valutati prima e dopo la visita di controllo (prima e dopo il colloquio con il medico):
a)Prima della visita verrà somministrato al paziente un test di valutazione psicopatologica (SAFA) e l'iPRISM.
b)Dopo il colloquio verrà somministrato un questionario adatto ad indagare qualitativamente la comunicazione espressa durante la visita, e di nuovo verrà somministrato l'iPRISM.

Il test di valutazione psicopatologica scelto è il SAFA (Scale Psichiatriche di Autosomministrazione per Fanciulli e Adolescenti), ovvero una scala di valutazione psicopatologica per bambini ed adolescenti, molto utilizzato in ambito clinico e di ricerca. Permette di valutare 6 sotto aree sintomatologiche (Ansia, depressione, somatizzazione, ossessione e compulsivi, disturbi alimentari psicogeni, fobie), utilizzando un numero abbastanza ridotto di items a risposta multipla. E' uno strumento facile nella comprensione e generalmente rapido nella somministrazione.

L' iPRISM è la versione per Ipad del PRISM (Pictorial Representation of Illness and Self Measure): è uno strumento che permette di visualizzare in poco tempo il peso soggettivo della malattia, così come le dinamiche create da questa nella vita del paziente. Sullo schermo dell'iPad si visualizza un'indicatore che è la rappresentazione del sé del soggetto e a questi verrà chiesto di posizionare la malattia così come rappresentata da un'altro cerchio colorato. In relazione alla zona di posizionamento, all'angolo individuato e alla distanza dalla rappresentazione del sé, l'iPRISM elaborerà immediatamente alcuni dati utili all'analisi statistica dell'esperimento. In pochi minuti il PRISM permette di vedere qual è il rapporto tra il paziente e la malattia, di valutare le implicazioni di questa nella vita del paziente, di individuare le risorse e gli eventuali ostacoli alla buona gestione della malattia. Tali informazioni permettono di ottenere un quadro molto più ricco della situazione globale del paziente e strutturare di conseguenza interventi educativi personalizzati.

Il questionario che indagherà qualitativamente alcuni aspetti della comunicazione con il medico sarà costituito da 20 items a risposta multipla e da un items aperto. Il suddetto questionario cercherà di indagare la qualità della comunicazione poco dopo la fine della visita: come il paziente si è sentito, il grado di disponibilità del medico, l'impressione sulla comprensione della situazione medica, etc.
I dati emersi dai suddetti test verranno correlati con gli indici di malattia dei pazienti, con l'obiettivo di studiare eventuali correlazioni tra la percezione della malattia, la psicopatologia, la comunicazione e i livelli di attività della malattia.

Il campione sarà costituito da 40 soggetti, maschi e femmine, in età compresa tra i 13 ed i 18 anni.
I soggetti saranno pazienti affetti da patologie reumatiche che seguano attivamente una terapia da almeno un anno e che frequentino le visite in modo costante presso il Reparto di Reumatologia Pediatrica del Meyer.
Ai genitori dei piccoli pazienti verrà chiesto di compilare un modulo per il consenso informato, comprensivo di una breve presentazione dello studio in corso.
Il lavoro di ricerca verrà divulgato attraverso una pubblicazione su di una rivista scientifica e presentato ad un convegno di Reumatologia Pediatrica.

OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE € 9.700

Costo di un contratto di mesi 8 (totale 120 ore – 20 ore al mese) di uno psicologo

CARATTERISTICHE DEL PROFESSIONISTA
Esperto in ricerca scientifica, buon conoscitore di strumenti diagnostici e di analisi. Conoscitore di tecnologie della comunicazione. Back ground in neuroscienze.

SELEZIONE A CURA di:
EU-TROPIA srl, Milano (prestazione volontaria)

10€ di 9,700€ raccolto
Informazioni Personali

Totale Donazione: 10.00€